Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Blog-aberrazioni (parte 2°)

Come precedentemente promesso, rieccomi con qualche “perla” raccolta quà e là nella blogosfera.
  • Una crescente misoginia diffusa, “celodurismi” neanche troppo velati. Preoccupante.
  • Classifiche urlanti, sgomitanti e scalpitanti che, vantando scientificità (vaghe) ed autorevolezze (presunte), tentano di classificare (o imbrigliare) l’inclassificabile – ovvero il variegato mondo dei blog – fatto da una moltitudine di identità distinte, imparagonabili.
  • Le foto “stiracchiate”. C’è ancora chi carica su Gravatar e Flickr il proprio logo (o immagine profilo) senza ridimensionarlo correttamente, alimentando così – ad ogni suo passaggio sul web, tra finestre di commenti ed aggregatori vari – una galleria di orrori ormai senza fine!

Alle prossime!

Technorati

Annunci

Archiviato in:blogosfera

3 Responses

  1. Pier Luca ha detto:

    Cara Titti,Ti sarei grato se potesi fornirci delle esemplificazioni – riferite alla blogosfera – della misoginia e del “celodurismo” dilagante. Gli aspetti da te citati sono certamente fin troppo presenti nella società italiana [Bossi docet?] ma ultimamente non ne ho trovato riscontro nei blog che frequento.D’accordissimo sul secondo punto relativamente al quale [senza voler peccare di autoreferenzialità ed autopromozionalità] penso proprio di scrivere qualcosa a breve.Per quanto riguarda il 3° punto, infine, i blog si diffondono e crescono per la facilità d’utilizzo anche per gli analfabeti informatici non mi stupisce che vengano tralasciati anche aspetti così basici come quelli da te citati.Un abbraccio.Pier Luca Santoro

  2. MarketingPark ha detto:

    Ciao Pierluca.Nel 1° punto, dovendomi esimere dal citare blog, post specifici o autori (premetto che tu non fai parte della “lista nera” :-)), per rispondere al tuo commento sono costretta a generalizzare. Mi stupisce, ad esempio, come “menti illuminate” scrivano dell’universo femminile che incontrano nel loro quotidiano (professionale e non) in modo pressappochistico e banale; altri amano “bacchettare” quelle autrici di commenti arguti, intelligenti e per niente trascurabili probabilmente solo perchè fanciulle, ma sono pronti ad inchinarsi dinanzi alla prima ca..ata se proferita dal “guru”.Potrei andare avanti ancora per un pò ma penso di aver reso l’idea.Cari SalutiTZ

  3. AAA Copywriter ha detto:

    Ci sono buoni autori e cattivi autori, indipedentemente dal sesso. Punto.Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: