Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Rassegne stampa addio?

La Finanziaria 2007 prevede, tra le tante cose, anche modifiche alla legge sul diritto d’autore introdotte con il decreto legge 262 del 3 ottobre 2006, che ha stabilito l’obbligo del pagamento di una tassa per la riproduzione di articoli di attualità senza scopo di lucro, contrariamente a quanto prevedeva la precedente formulazione sul diritto d’autore che poneva come unico obbligo la citazione della fonte.
Ciò vuol dire che, anche i siti web aziendali che al loro interno ospitano rassegne di articoli che li riguardano (recensioni, interviste etc.) dovranno corrispondere un tot agli editori.
Il provvedimento del Governo (per l’esattezza il primo comma dell’articolo 32 del capo IX del decreto legge 3 ottobre 2006 n. 262, recante “Disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria”, con cui sono state anticipate alcune delle misure previste dal disegno di legge finanziaria 2007) sta suscitando molta indignazione.

Punto Informatico sta seguendo con attenzione la vicenda ed è di oggi l’intervista a Carlo Gubitosa di Peacelink il quale ha promosso una sottoscrizione popolare per l’abolizione della suddetta tassa. Chi fosse interessato ad aderire all’appello può farlo qui.

Io l’ho già fatto, affinchè la comunicazione sul Web non venga ulteriormente mortificata anche con una tassa ingiusta e, per dirla come quelli di Punto Informatico:

No al pizzo sulle rassegne stampa!
Aggiornamento del 12/10/2006
Il sito della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Padova ha segnalato questo mio post auspicando un costruttivo confronto tra gli studenti.
Anche su Mlist ne stiamo discutendo.
Annunci

Archiviato in:diritto d'autore, rassegne stampa

5 Responses

  1. Pier Luca ha detto:

    Ho appena sottoscritto all’appello.Questo il mio commento:Il citizen journalism da un lato e la generale attitudine ad applicare – con maggiore o minore successo – tecniche di disinformazione dall’altro spaventano lo status quo. Un abbraccio.Pier Luca Santoro

  2. alice ha detto:

    sottoscritto..ma santo cielo.

  3. Loud ha detto:

    non è assolutamente come viene descritto… punto informatico fa anche riferimento a daniele minotti che getta un po’ d’acqua sul fuoco.ma non basta. per chiarire meglio puoi leggere il mio post (pubblicato anche su bloggoverno.net) dove spiego perché i i blogger possono stare tranquilli.è solo una preoccupazione causata da errori interpretativi troppo semplicistici e frettolosi.e nel merito della petizione di pacelink penso non sia affidabile, essendo composta da errori giuridici circa l’eliminazione di disposti o la considerazione di tasse che tali non sono (vedi mio commento su bloggoverno.net)a presto,loud

  4. MarketingPark ha detto:

    Dal mio punto di vista di comunicatrice, più che i blogger, mi preoccupa sapere cosa ne sarà delle LEGITTIME rassegne stampa nei siti aziendali: redazionali, interviste, recensioni di aziende-brand-prodotti costate ore di lavoro e mediazione ad addetti stampa/p.r./comunicatori/marketer. Dovranno sparire? Contattare i singoli editori (magari decine, centinaia, alcune testate negli anni sono sparite, non esistono più, rincorrere i superstiti) e patteggiare un compenso? Mi sembra semplicemente folle!!!

  5. MarketingPark ha detto:

    Oggi Mantellini su Punto Informatico si pone i miei stessi dubbi (qui http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1686989&r=PI): cosa cambierà per chi ha una rassegna stampa online? Caro Loud, la tua e le nostre rimarranno solo interpretazioni finchè da lassù non si degnerà qualcuno a fare un po’ di luce sui risvolti della modifica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: