Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

La mia banca è (in)differente!

Per il terzo anno consecutivo mi è capitato di andare presso la mia banca – per effettuare una operazione – proprio il giorno in cui addobbano l’albero di Natale.
Ore 14.40. Tra cinque minuti l’ingresso verrà sbloccato ed un bip annuncerà che sarà possibile superare la bussola per accedere ai locali. Nel frattempo i due soliti sportellisti (un po’ avanti con gli anni, sono diventati parte dell’arredamento ormai) sono freneticamente impegnati ad aprire i rami dell’albero. Dalla vetrata noi correntisti, in attesa dell’ora X, possiamo vederli e gustarci la scenetta.
Ore 14.45: ecco il bip. Entriamo in ordine di arrivo e ci sistemiamo in due file dinanzi ai due sportelli. Uno degli impiegati molla subito l’attività decorativa e si siede dietro al pc per sbrigare il primo cliente. L’altra no. La signora in cachemire preferisce non lasciare a metà l’opera. La gente della fila che spetterebbe a lei curare intuisce l’andazzo ed invece di protestare si riallinea dietro la prima (dove ci sono anch’io).
In fondo al locale c’è l’ufficio del Direttore. La porta è aperta e lo si scorge seduto alla sua scrivania, peraltro rivolta verso gli sportelli, da dove egli può osservare chiaramente quanto accade di qua. Ciononostante non interviene per risolvere la cosa, anzi, ne approfitta per farsi pure qualche telefonata. In pratica, un bel chissenefrega per quella gente che ha chiesto l’ora di permesso al lavoro per essere lì, nel loro paese dei balocchi!
Annunci

Archiviato in:banche

3 Responses

  1. Nicola Mattina ha detto:

    Perché noi fai nomi e cognomi? Qual è la banca? Qual è la filiale? Che senso ha fare un raccontino minimalista che potrebbe riferirsi a una qualsiasi banca in una qualsiasi città?Che palle il buonismo e la prudenza!Nicola

  2. MarketingPark ha detto:

    Quello che tu definisci “buonismo e prudenza”, Nicola, me lo sarei tranquillamente evitato (almeno per carattere). Però trattasi di un grande gruppo bancario italiano, con risorse sufficienti a stritolare qualunque buonista che con un raccontino sì minimalista ma veritiero potrebbe offuscargli la reputazione. A Natale vorrei spendere i miei soldi in ben altro modo e non per ingaggiare un buon legale.C’erano almeno 8-9 persone nella filiale al momento dei fatti, ma chi li conosce? Per motivi di privacy la banca potrebbe non fornirmi i loro recapiti etc. etc.Se avessi ripreso la scena con un videofonino ora vedresti qui pubblicati nomi, indirizzi e gruppo sanguigno. Purtroppo ho uno spartano Communicator e non c’è altro modo di evitarti di farti 2 palle.Ciao

  3. Pier Luca ha detto:

    Ma di che ti preoccupi se hanno assolto Previti perchè crucciarsi delle implicazioni legali?Un abbraccio.Pier Luca Santoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: