Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Et voilà, la publicitè!

Alcuni blogger, in questi giorni, stanno dicendo la loro in materia di pubblicità. Con un “meme” passato rapidamente di blog in blog, si sta così delineando un articolato ed attualissimo contributo sul tema.
In principio fu Maurizio, fino a Pier Luca e Luca che oggi mi hanno proposto il testimone (e li ringrazio).
Tante opinioni, da osservatori privilegiati e competenti per skill e professione, un solo intento comune: l’auspicio che le aziende in primis e le agenzie poi – che in nome e per loro conto “confezionano” la pubblicità – tendano sempre più all’ascolto di chi quella comunicazione volente o nolente deve fruirla: il cliente.
Più volte, su MarketingPark, ho proposto discussioni e riflessioni su trend o singoli episodi, evidenziando in ogni post anche la mia posizione critica e disincantata.
Colgo perciò l’opportunità di ribadire la mia visione rispondendo ai quesiti-chiave dell’iniziativa.

Che cos’è la pubblicità oggi?
Per alcuni brand è la possibilità di comunicare valori concreti e tangibili, per altri di dire “esisto e basta” con messaggi fini a sè stessi. Per tutti comunque rappresenta un costo (sempre meno sostenibile per piccole-medie imprese), quindi andrebbe utilizzata e – talvolta – fatta meglio.
Perchè invece assistiamo ancora a sprechi di risorse ed occasioni perse?

Quale ruolo dovrebbe avere?
1) Principalmente di informazione, ma con la connotazione creativa che da una buona pubblicità ci si aspetta sempre.
2) Consentire ad aziende o brand emergenti di poter accedere al mercato (favorendo di fatto la concorrenza) con la stessa potenza comunicativa dei grandi marchi.
A tale scopo andrebbero rivisti in chiave più realistica e sostenibile i costi di inserzioni, spot e banner, per molti ancora proibitivi.
3) Di mediatore credibile ed affidabile tra domanda ed offerta.

Cosa dovrebbe offrire per tornare a creare valore per l’utente?
Cominciamo con quello che non dovrebbe più offrire: menzogne, eccessi, utopie, cattivi esempi, rappresentazioni risibili ed irreali della famiglia e della società.
Dopo una tale scrematura resterebbe, nella migliore delle ipotesi, poca roba su cui far lavorare il creativo di turno. E qui dovrebbe entrare in scena l’azienda, con tutte le sue responsabilità di produttore di beni di consumo che non sempre rispondono ad aspettative, esigenze e problemi reali della gente.
Infatti, per il consumatore consapevole oggi la pubblicità rappresenta ormai poco o niente e l’esperienza diretta vale più di tanti slogan.

A questo punto, come richiede il regolamento del “gioco”, passo volentieri la parola a Simone Favaro (perchè a senso critico non scarseggia affatto), a Simone Morgagni (che sarà certamente lieto di “sproloquiare” costruttivamente anche stavolta), ed infine a Massimo .

Technorati

Annunci

Archiviato in:meme, pubblicità

5 Responses

  1. Anonymous ha detto:

    Ciao Titti, grazie di aver partecipato. Come sai ho pubblicato uno slideshow che è un work in progress, a breve inserisco anche il tuo contributo. E’ che la conversazione prosegua.Sharing is caring.

  2. MarketingPark ha detto:

    Mi auguro che questa “rete nella rete” faccia abbastanza rumore e non passi inosservata ai soggetti più volte chiamati in causa nei nostri interventi.CiaoTZ

  3. Anonymous ha detto:

    Questa volta è diverso, stanno partecipando anche non blogger, se mi vuoi aiutare estendi la domanda ad operatori della comunicazione che conosci e per favore fammi avere le loro idee, io aggiorno la presentazione. (sono già 5mb di roba bbona).

  4. Simone Morgagni ha detto:

    Appena riesco, verso metà settimana probabilmente, rispondo! Nun si tema!!!

  5. MarketingPark ha detto:

    Ho seminato, Maurizio. Dovrei “raccogliere” a breve. Appena possibile ti girerò nuova “robba” 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: