Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Avvistamenti

Da Marco leggo:
“Propongo un Blogroll Update Day per lunedì 22 gennaio.Basterà aggiornare il blogroll e fare un post su chi è entrato e chi è uscito”.
L’esortazione di Marco è legittima e dettata forse dai troppi “campi incolti ed invasi da sterpaglie” che si trovano in giro nei blog. Però, più che l’ennesimo “day”, penso che ogni blogger dovrebbe seriamente mettere in agenda, almeno ogni 2-3 mesi, una sana manutenzione dell’elenco di link. Amici che vanno, altri che arrivano, conferme, nuovi interessi e passioni devono essere segnalati ai propri lettori.
Una riflessione sul tema: che senso ha avere il doppio blogroll del tipo “blog che leggo” e “blogger che mi linkano”? Trovo che una tale precisazione sia un tantino snobistica oltre che di cattivo gusto. Giudicate i blogger che seguite anche da queste piccole (e per nulla trascurabili) finezze.
Da Antonio invece leggo:
“Sono impegnato, ormai da anni, in una (per alcuni disperata) battaglia per una rivoluzione semantica: lasciar morire di eutanasia dorata l’obsoleto termine di “pubblicità”, che preferirei veder sostituito semplicemente dal termine comunicazione. Le aziende devono finalmente smetterla di rivolgersi a noi con la “comunicazione pubblicitaria”, e cominciare a”comunicare” e basta, tout court, come si fa tra persone vere”.
A dire il vero anch’io, da anni nel mio quotidiano, parlo di “comunicazione a mezzo stampa” o “comunicazione sul territorio” (riferendomi alla pubblicità stradale ed alle affissioni). I tempi sono comunque maturi per poter abbattere le vecchie distinzioni convenzionali e parlare finalmente solo di Comunicazione, qualunque sia il metodo o il mezzo atto a propagarla.
Viva la rivoluzione semantica!

Technorati

Annunci

Archiviato in:advertising

3 Responses

  1. Pier Luca Santoro ha detto:

    Cara Titti,Concordo! Viva la rivoluzione semantica! Comunicazione = Bidirezionalità………come abbiamo detto più volte.Un abbraccio.Pier Luca

  2. giuliana ha detto:

    sul primo punto: concordo con il fatto che il blogroll andrebbe fatto spesso, e non che ci si debba dedicare un “day”. tuttavia mi chiedo se, quando l’oggetto diventa corposo, l’ipotesi di mettersi ad aggiornarlo ogni 2-3 mesi non faccia venire il mal di testa. e allora il “blogroll day” diventa solo un’occasione, come dire che delle mogli bisognerebbe ricordarse tutti i giorni, ma comunque meglio istituire un anniversario, che sei costretto e ci devi pensare per forza. perdono per la banalizzazione ;)sul secondo punto: sono assolutamente d’accordo. ricordiamoci però che nessuna rivoluzione semantica vive fuori dall’economia. finché i centri media venderanno spazi pubblicitari, stiamo pur certi che ci becchiamo pubblicità. poi, sui canali disintermediati, potremo fruire di tutta la comunicazione che vogliamo.un salutogiuliana

  3. Anonymous ha detto:

    E’ una sensibilità diffusa. Mentre il termine pubblicità va stretto a quasi tutti, piace ancora il termine advertising, che trae origine da advertere. Sono sempre di più le persone che ritengono che la pubblicità dovrebbe ritornare alla comunicazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: