Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Il Marketing Interruptus

Tempo fa, avendo vissuto da “utente” un disservizio causato da carenza di comunicazione tra azienda e rivenditori, coniai per l’occasione il termine “Marketing Interruptus” che – al di là di ogni ironica ed ovvia correlazione con ben note “interruzioni” di altra natura – rendeva bene l’idea di un qualcosa che non arrivava al suo naturale compimento.
In certi casi, proprio azioni di Marketing nate con i migliori auspici di successo naufragano (non vanno cioè a buon fine raggiungendo chi era stato designato a beneficiarne) per svariate ragioni.
La prima è imputabile alla natura talvolta imperfetta dell’azione: meccanismi troppo complessi, se non ben oliati, sono destinati ad incepparsi.
Un’altra possibile causa è ravvisabile nei più banali errori di comunicazione tra azienda-utente, azienda-rivenditori, personale di negozio-cliente, media-utenti etc.
In data 15/02, ad esempio, ho ricevuto la newsletter mensile di uno dei magazine ai quali sono abbonata: anticipazioni sul numero in uscita ed un link diretto (rappresentato da una .gif animata) per partecipare ad un concorso con allettante premio.
Clicco il link che mi rimanda alla pagina dedicata alla competition ma…vi trovo ancora il concorso del mese di Gennaio!
Ci dev’essere un’errore, penso. Dove? Non avevo notato che nell’email era indicata la data d’inizio dell’iniziativa, ovvero il 17/02.
Delusione. Non tanto per non aver potuto partecipare subito, ma per l’editore e chi per lui ha confezionato il messaggio.
Hanno sottovalutato, infatti, alcuni aspetti della psicologia del lettore.
Nel testo, ad esempio, l’appariscente link cliccabile distraeva lo sguardo impedendo di fatto di notare la data.
Inoltre, perchè non posticipare di 2 giorni l’invio della newsletter, in concomitanza del completo aggiornamento del sito?

Technorati

Annunci

Archiviato in:Marketing, Marketing Interruptus, metafore

6 Responses

  1. AAA Copywriter ha detto:

    Quante volte il flop di un prodotto è stato dovuto ad una cattiva pianificazione? Carenze nella distribuzione inferiore alla promessa, logistica inadeguata, prodotto troppo debole, range di prezzo sbaglaito per il target? I tuo neologismo lo trovo molto esplicativo! :)Alex

  2. giuliana ha detto:

    posticipare l’invio di una newsletter? ma tu bestemmi! 😀 non se ne parla nemmeno, e non c’è niente che possa riportare alla ragione questi signori, che spesso soffrono solo di un troppo scarso coordinamento tra le varie funzioni aziendali.però mi viene spontaneo un altro caso di marketing interruptus, piuttosto diffuso anche questo. hai presente quante aziende chiedono i tuoi dati per costruire fantomatici “db marketing”? e da quante di queste ti sei sentita ricontattare con qualcosa di intelligente?una delle cose sulle quali spesso siamo chiamati a intervenire è rispondere alla fatidica domanda: “abbiamo un db marketing di XX utenti, che ne facciamo?”più interruptus di così 🙂

  3. Pedroelrey ha detto:

    Cara Titti,C’è chi riesce – credo con budget superiori – a fare di peggio: oggi sulla maggior parte dei quotidiani europei è stata annunciata l’iniziartiva del team di F1 della Honda che correrà la stagione con la raffigurazione del pianeta per sensibilizzare sul riscaldamento dello stesso. A supporto di questa iniziativa è stato creato un sito web dove si può [o meglio, potrebbe] firmare per sottoscrivere una serie di comportamenti responsabili individualmente su qs tema. Alle 14.00 di oggi sono andato sul sito che…………è ancora non funzionante e sul quale capeggia la figura del mondo con scritto coming soon for the 27th feb; che è, appunto, oggi.Un’azzione di PR per far parlare i quotidiani di mezza Europa e poi il sito è ancora “work in progress”. No comment!Un abbraccio.Pier Luca Santoro

  4. MarketingPark ha detto:

    Hai ragione Pier Luca.Io sto seguendo da giorni la cosa perchè trattasi di una vera novità per la F1. Finora sembrava andare tutto liscio. Spero ci sia una cosiddetta “ora X” nella giornata di oggi per la messa online del sito. Per cautela (son sempre giapponesi=precisini) aspetterei ancora qualche ora poi griderò anch’io al flop!!!

  5. MarketingPark ha detto:

    Ore 17.47: http://www.myearthdream.com è funzionante!C’avevo ragione. Aò sò proprio giapponesi!!!

  6. […] Il fatto Negli ultimi anni, però, nel lungo percorso che va dalla casa editrice a casa mia puntualmente qualcosa sembra spezzarsi. Sarà colpa dei servizi postali? In effetti fino a circa 18 mesi fa i tomi dovevo prelevarmeli io all’ufficio postale perché nella mia cassetta della posta arrivava solo l’avviso di giacenza. Trovavo estremamente seccante dover affrontare le solite code agli sportelli per ogni singolo ritiro, anche perché non previste dal contratto di abbonamento. In tempi recenti la cosa è degenerata, in quanto sia delle riviste che degli eventuali avvisi non vi è più neanche l’ombra. Per una testata (la cui adesione porta la data di Novembre) ho già segnalato al servizio clienti di aver ricevuto finora solo il numero di Gennaio, con pure un mese circa di ritardo. Sono quindi testimone diretta dell’ennesimo eclatante caso di Marketing Interruptus! […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: