Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Voli pindarici

Cosa hanno in comune il V-Day di Beppe Grillo, un attacco di sciatica, l’industria automobilistica e la pubblicità? Più di quanto possiate immaginare. Tutti sono l’espressione più palese della ormai cronica mancanza di Innovazione, quella autentica, in grado cioè di migliorare radicalmente la qualità della vita e della società.
Il movimento pacifico e civile che si è avviato ieri in tante città, è una richiesta a gran voce di rinnovamento della inamovibile e mummificata classe politica italiana. Se venisse mai applicata l’invocata ineleggibilità dei deputati dopo due legislature, avremmo finalmente forze ed idee fresche al governo.
Oggi come 25 anni fa, ridurre i sintomi (non ho usato il termine “guarire” intenzionalmente, rasenterei le arti magiche) di una nevralgia o di una qualsivoglia infiammazione comporta ancora l’impiego di molecole che “regalano” però gli stessi indesiderati effetti collaterali, a fronte di un minimo ed effimero beneficio.
Oggi come alla fine del XIX secolo, quando cioè il primo autoveicolo a benzina fece la sua comparsa sulle strade, poco è cambiato nella sostanza. Design, elettronica, efficienza, velocità possono dare sì parvenza di modernità ma, provate a pensarci, i motori utilizzano ancora un’alimentazione fossile e sul fronte della sicurezza non è ancora possibile scongiurare gli incidenti. Il mio sogno sarebbe un’auto non solo ecologica (ad idrogeno o altro) ma collegata ad un sistema GPS in grado di regolare il traffico autostradale, ad esempio. La tecnologia attuale potrebbe già intervenire su velocità e distanza tra veicoli, evitandone l’impatto.
Infine la pubblicità. Spesso la additiamo, l’analizziamo, la sottoponiamo a giudizi severissimi, ci pare di vedervi sempre le stesse modalità di comunicazione. In realtà, più che il modus, forse vorremmo poter finalmente udire di peculiarità oggi inimmaginabili (come gli esempi di cui sopra) di prodotti che ancora non esistono e che certamente allevierebbero piccole e grandi necessità.
Annunci

Archiviato in:innovazione, marketingpark

13 Responses

  1. Pier Luca ha detto:

    Cara Titti,Che lo spazio on line del nostrano grillo parlante non sia un blog credo possa essere preso come un dato di fatto e parlarne sarebbe inutile. Utile mi pare invece considerare come in realtà si stiano verificando due fenomeni che forse sarebbe meglio riconsiderare. In primis Grillo ha fatto e fa una ottim a campagna di marketing e comunicazione prima di tutto per se stesso, in secondo luogo è triste credo constatare come il ruolo di giustizialisti sia affidato a facili populismi che Grillo e Striscia la notizia cavalcano egregiamente…………..sfruttandoli abilmente.Un abbraccio.Pier Luca Santoro.

  2. MarketingPark ha detto:

    A me preoccupa il fatto che a parte i soggetti da te citati, Pier Luca, nessuno in Italia (su certe faccende) fa altrettanto rumore e/o opinione.Sono spariti pure i “girotondini”.Se a scuotere il torpore e le coscienze, se a fare da portabandiera di questioni morali ormai macroscopiche è un abile comico, che lo faccia almeno lui.L’errore più grave sarebbe sottovalutarne i messaggi, che sono comunque condivisibili, al di là della forma provocatoria, tipica del guitto.Intellettuali, politici (anche locali, eh) e pensatori che invece blogger sono, e a tutti gli effetti (o almeno secondo alcune regole canoniche) perchè, pur disponendo degli stessi strumenti di Grillo, non hanno mai saputo fare altrettanto? Disimpegno? Opportunismo? Ci sarebbe da ragionare parecchio sul fenomeno…Ciao

  3. Pier Luca ha detto:

    Cara Titti,D’accordissimo sul torpore delle coscienze [ad essere benevoli]. La mia non voleva essere facile ironia sul comico in questione ma un chiarimento sul livello attuale della nostrana politica. Alcuni messaggi, a mio avviso, sono effettivamente condivisibili mentre molti altri mi appaiono – come dicevo – facili e pericolosi populismi.Non posso rispondere, ovviamente, per tutti i bloggers; personalmente se acvessi a disposizione i budget e la struttura che sta alle spalle del grillo parlante lo farei……forse più seriamente.Un abbraccio.Pier Luca Santoro

  4. MarketingPark ha detto:

    Sin quasi dagli esordi, i soggetti prediletti da Grillo sono stati i politici e a non pochi di loro è imputabile l’allontanamento del comico dalla tv.20 anni fa la cassa di risonanza era la televisione e finchè c’è stata solo quella a Grillo non è restato che ingegnarsi diversamente, sfruttando i teatri. Col web il problema è stato abilmente risolto. Con la Rete tutti possiamo democraticamente esprimerci. C’è chi lo fa meglio, evidentemente, ed è in grado di sollecitare l’autonoma creazione di movimenti d’opinione locali, come quelli visti sabato. Il budget è importante, certo, ma talvolta (e lo sappiamo) non fa la differenza.

  5. [m]m ha detto:

    mi spiace che il polmone verde del marketing chiuda – spero solo per un po’ e che non sia rimpiazzato da un parcheggio :)ciaogluca

  6. MarketingPark ha detto:

    Thanks!

  7. Pier Luca ha detto:

    Cara Titti,Così come ha fatto Gianluca, sono costretto ad insere un mio commento in qs spazi visto che il post “saluti” non li prevede……..immagino inenzionalmente e mi scuso perciò dell’invasività.Era settembre 2006 quando dal mio piccolo spazio annunciavo il piacere di averti “scoperta”, da allora – ad eccezione delle pause durante “le feste comandate” non ho mai smesso di visitare il tuo parco quotidianamente respirandovi una boccata di ossigeno che mi rintemprava. Mi spiace davvero di qs tua decisione che vedo non desideri spiegare e [se ti può interessare] ti formulo l’offerta di poter usufruire degli spazi di marketingblog se ogni tanto avrai la nostalgia e la voglia di scrivere.Un abbraccio sincero.Pier Luca Santoro

  8. MarketingPark ha detto:

    Grazie anche a te, Pier Luca.A presto.

  9. Nick ha detto:

    Ciao Titti!Anch’io ho letto (con sorpresa) il tuo post e anch’io, da tuo lettore quotidiano, mi associo ai commenti e t’invito a non lasciare la blogosfera per molto tempo!A presto,Nick

  10. Enzo Santagata ha detto:

    Peccato che ci abbandoni per un po’ (spero).Sicuro non mi mancheranno gli uccellini 😛 (scherzo).Per il resto mi associo a Pierluca e Gianluca. Era uno dei miei mktgblog preferiti.A presto

  11. MarketingPark ha detto:

    @ Nick ed Enzo:grazie per i vostri graditi messaggi.

  12. Lincoln ha detto:

    Post interessante, sto scrivendo una tesi su questo topic!Comunque non so se può interessarti (ma magari si, visto che ti occupi di marketing!), ma qui puoi trovare varie video interviste a leader del panorama marketing italiano http://www.themagazinepost.tv/Ciao!

  13. MarketingPark ha detto:

    Grazie per la segnalazione e buona tesi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: