Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Adsense rush

Come avrete certamente notato, in questo blog non ci sono spazi pubblicitari di alcun tipo. A dire il vero, la piattaforma che lo ospita gratuitamente mi consentirebbe solo una opzione: Adsense. Sull’argomento, da anni, si discute in Rete. In questi giorni anche su Mlist in tanti stanno cercando di tirare per l’ennesima volta le somme su questo controverso strumento promozionale. Vi riassumo il mio pensiero, visto che finora non lo avevo ancora fatto. In genere sono insofferente ai contratti che presentano aspetti al limite del vessatorio o che pongono l’utente in uno stato di sudditanza. Mi è già indigesto porre la firma su una banale polizza RC (dalla quale non ci si può astenere se si possiede un veicolo), figuriamoci aderire ad un servizio volontario ma imperfetto, che di fatto mi fa rispondere (anche legalmente/economicamente) per qualcosa che può sfuggire al mio diretto controllo (click fraud).
Di un blog dotato di inserzioni (pubbliche ed accessibili a chiunque) non si può essere responsabili per il solo fatto di possederne login e password.
Sul piano economico poi, gli attuali sistemi non garantiscono introiti decenti da giustificare i rischi e le noie legali in cui si può incappare.
Inoltre, una inserzione “a vista” fa brand awareness comunque, anche se non cliccata, e la sua sola presenza potrebbe già giustificare una retribuzione ai possessori di blog che offrono visibilità alle aziende.
Per ora, finchè gli attuali Terms Of Service consentiranno il “libero arbitrio”, preferisco attendere tempi e condizioni migliori.

Archiviato in:adsense

Archivio post

The Best From The Past

I post più letti oggi

Più votati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: