Marketing Park

Una boccata d'aria pura nel sempre più fumoso e caotico mondo del Marketing! Dal 2006.

Come Diogene

La sfida della qualità sembra interessare sempre meno. Certe aziende abusano delle rendite di posizione credendole inesauribili. I best seller, quando va bene vengono riproposti invariati nel tempo, oppure peggiorati. A volte trattasi di dettagli, spesso di sostanza. Mi viene in mente il caso eclatante di celebri fragranze, sempre più alleggerite di lustro in lustro, fino a renderle quasi impercettibili se non addirittura irriconoscibili, piatte.
Nel settore fashion, a fare la differenza oggi pare essere rimasto il packaging o l’immancabile ologramma a tutela dell’originalità, prima bastava risvoltare un capo ed esaminarne le cuciture o l’etichetta della composizione dei tessuti.
Non so se per provocazione o per altro, ma persino la Cina è arrivata a ribellarsi di recente (alle rendite di posizione, appunto).
Quando si è affezionati clienti (come si usa dire) di un brand o di un prodotto in particolare le differenze si percepiscono subito. Vi sarà capitato tante volte con i cosmetici o alcuni alimenti “storici”. L’abbandono, in caso di delusioni, in genere è per sempre. Mai come prima, vi assicuro, ho dovuto rivedere la mia dispensa o il mio beauty case, come armata di “lanternino” a mo’ del celebre filosofo.

Archiviato in:aziende, brand, fashion, qualità

Archivio post

The Best From The Past

I post più letti oggi

Più votati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: